REPERTORIO DELLA GIURISPRUDENZA E DELLE PRASSI DEL

TRIBUNALE DI PESCARA

(aggiornato all’8 giugno 2018)

INDICE SISTEMATICO
- DIRITTI DI LIBERTÀ
- PERSONE E FAMIGLIA
- SUCCESSIONI
- PROPRIETÀ
- OBBLIGAZIONI E CONTRATTI
- RESPONSABILITÀ CIVILE
- LAVORO E PREVIDENZA
- TUTELA DEI DIRITTI
- GIURISDIZIONE E COMPETENZA
- PROCEDIMENTI CAUTELARI E DI ISTRUZIONE PREVENTIVA
- OPPOSIZIONE INGIUNZIONE L. 689/1981
- OPPOSIZIONE INGIUNZIONE R.D. 639/1910
- LIQUIDAZIONE E OPPOSIZIONE ONORARI
- ESECUZIONI IMMOBILIARI
- RECLAMI IN MATERIA DI ESECUZIONI
- FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI
- ABSTRACTS DELLE DISCUSSIONI GIURIDICHE DELLA SEZIONE EX ART. 47 ORD. GIUD.

********************

 

DIRITTI DI LIBERTÁ

Diritto al tesseramento sportivo – Diritto del minore extracomunitario in presenza di adeguata assistenza e protezione – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n., R.G. n. 2676/15, est. Bozza)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

PERSONE E FAMIGLIA

Divorzio e separazione

Assegno di mantenimento – Convivenza more uxorio dell’ex coniuge senza costituzione di una famiglia di fatto – Eliminazione dell’obbligo di mantenimento – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 849/14, R.G. n. 5663/08, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo)

Assegno di mantenimento – Convivenza more uxorio senza miglioramento delle condizioni economiche del coniuge debole impossibilitato a procurarsi i mezzi necessari al suo sostentamento – Eliminazione dell’obbligo di mantenimento – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 612/14, R.G. n. 5212/11, est. Bozza, Falco, Marganella; contra Trib. Pescara, sent. n. 485/15, R.G. 2816/13, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Assegno di mantenimento – Rideterminazione economica a seguito della perdita dell’affidamento della casa coniugale in favore del coniuge debole – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 348/14, R.G. n. 5663/08, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo)

Assegno di mantenimento in favore dei figli – Obbligo di mantenimento dei figli con parziale collocamento presso entrambi i genitori – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. 835/14, R.G. n. 3006/11, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo + sent. n. 148/12)

Assegnazione parziale casa famigliare – Impossibilità di suddivisione in lotti autonomi ed indipendenti dell’immobile – Inammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 685/2014, R.G. n. 3779/09, est. Bozza, Villani, Spagnolo; conf. Trib. Pescara, R.G. n. 2792/11, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo)

Spese straordinarie disciplinate in sentenza di separazione personale di coniugi – Titolo esecutivo – Sussiste – Necessità di ottenere apposito decreto ingiuntivo per il pagamento di tali spese – Esclusione (Trib. Pescara, dec. 1.8.17, R.G. n. 3388/17, est. Di Fulvio)

Assegno di mantenimento – Insussistenza di redditi del coniuge affidatario in presenza di cospicuo patrimonio immobiliare – Impossibilità di dismettere agevolmente il patrimonio immobiliare – Eliminazione dell’obbligo di mantenimento – Insussistenza – Limitazione temporale dell’obbligo di mantenimento – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 1286/10, R.G. n. 3779/09, est. Bozza, Villani, Spagnolo)

Addebito della separazione – Abbandono tetto coniugale – Insussistenza di cause pregresse di intollerabilità della convivenza – Sussistenza dell’addebito (Trib. Pescara, sent. n. 762/14, R.G. n. 294/11, est. Bozza, Ursoleo, Marganella)

Addebito della separazione – Disturbi psicologici dell’ex coniuge non trattati – Ammissibilità dell’addebito (Trib. Pescara, sent. n. 855/14, R.G. n. 2792/11, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo)

Addebito della separazione – Richiesta di allontanamento di casa – Giustificazione per motivi religiosi 687– Insussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 484/15, R.G. n. 2476/12, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Scioglimento del vincolo matrimoniale ex art. 3, comma II, lett. f), L. n. 898/70 – Testimonianza de relato in presenza di ulteriori riscontri fattuali seppur meramente indiziari – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 890/16, R.G. n. 3920/14, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Collocamento minore – Superamento volontà del minore circa la scelta del genitore collocatario in presenza di obbiettive condizioni in senso contrario – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 914/12, R.G. n. 1670/2011, est. Bozza, Ursoleo, Di Fulvio + sent. 1019/2014)

Autonomia del giudizio di divorzio da quello di separazione – Inammissibilità giudizio di divorzio in pendenza del parallelo giudizio di separazione – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 1039/11, R.G. n. 390/11, est. Bozza, Ursoleo, Di Fulvio + sent. n. 1184/14)

Procedimento di separazione, divorzio o scioglimento del vincolo matrimoniale – Regolamentazione affido e collocamento del minore – Litis pendenza presso il Tribunale dei minorenni – Competenza del Tribunale dei minorenni (Trib. Pescara, R.G. n. 3590/16, est. Presidente del Tribunale, dott. Bozza)

Richiesta di genitore collocatario di minori di autorizzazione al trasferimento all’estero (Austria) con la prole per una proposta di lavoro – Sradicamento dei minori dai genitori non collocatari, dall’ambiente scolastico e amicale, dai nonni paterni – Difficoltà di apprendimento della nuova lingua – Elementi ostativi – Sussistenza – Diniego di autorizzazione – Legittimità (Trib. Pescara, ord. del 4.7.17, R.G. n. 332/17, Pres. Di Fulvio, est. Falco)

Riconoscimento paternità

Obbligo di mantenimento del figlio nato fuori dal matrimonio – Risarcimento danni non patrimoniali del figlio nato fuori dal matrimonio – Cumulabilità (Trib. Pescara, sent. n. 1923/15, R.G. n. 133/13, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio; conf. Trib. Pescara, sent. n. 1685/16, R.G. n. 1238/14, est. Bozza, Bortone, Ursoleo)

Obbligo di mantenimento del figlio nato fuori dal matrimonio – Obbligo di ripetizione spese di mantenimento nei confronti della madre dal giorno della nascita – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 1923/15, R.G. n. 133/13, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Riconoscimento paternità del figlio nato fuori dal matrimonio – Rifiuto di eseguire il test del DNA senza alcun giustificato motivo – Valutabilità ex art. 116 c.p.c. (Trib. Pescara, sent. n. 1685/16, R.G. n. 1238/14, est. Bozza, Bortone, Ursoleo)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

SUCCESSIONI

Impugnazione testamento olografo – Istanza di verificazione – Insufficienza – Querela di falso – Esclusione – Azione di accertamento negativo – Necessità (Trib. Pescara, sent. n. 1520/15, R.G. n. 2917/10, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio; contra Trib. Pescara, sent. n. 945/15, R.G. n. 315/08, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Diritto di abitazione del coniuge superstite sulla casa adibita a residenza familiare – Diritto di escludere dalla casa adibita a residenza familiare il figlio coerede – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 24.7.17, R.G. n. 5470/16, est. Di Fulvio)

Successioni – Azione di riduzione – Accoglimento – Calcolo del legato in sostituzione di legittima – Divisione del testatore senza predeterminazione di quote – Accoglimento (Trib. Pescara, sent. n. 694/16, R.G. n. 2949/07, est. Ursoleo, Bozza, Roscigno)

Successioni – Azione di riduzione – Lesione della legittima attraverso le disposizioni testamentarie – Simulazione relativa – Criterio di valutazione dell’avviamento della farmacia – Accoglimento (Trib. Pescara, sent. n. 984/17, R.G. n. 1015/07, est. Ursoleo, Bozza, Di Fulvio)

Giudizio di divisione – Interposizione fittizia – Pactum fiduciae statico – Criterio distintivo factum fiduciae dinamico (Trib. Pescara, sent. n. 410/17, R.G. n. 3603/13, est. Capezzera)

Scioglimento comunione – Divisione non endoesecutiva – Ordine di rilascio – Ammissibilità – Ragioni (Trib. Pescara, ord. 17.2.17, R.G. n. 5130/14, est. Capezzera)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

PROPRIETÀ

Domanda di divisione – Omessa rituale produzione della documentazione comprovante la sussistenza del diritto dominicale in capo alle parti del giudizio e l’esistenza di altri eventuali litisconsorti necessari (creditori o aventi causa da un partecipante alla comunione) ex art. 1113 c.c. e 784 c.p.c. – Improcedibilità della domanda – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 1567/17, R.G. n. 3457/16, est. Di Fulvio)

Costituzione coattiva di servitù prediale – Insistenza del fondo servente su bene demaniale – Assenza di espresso atto autorizzativo da parte del demanio ovvero di pacifico uso pubblico del fondo – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 687/13, R.G. n. 100080/07, est. Bozza)

Proprietà – Opere fatte su suolo altrui – Senza opposizione e a scienza del proprietario – Ius tollendi e diritto al risarcimento del danno del proprietario – Non sussiste – Misura dell’indennità spettante all’autore dell’opera (Trib. Pescara, sent. n. 20.2.17, R.G. n. 528/14, est. Bortone)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

OBBLIGAZIONI E CONTRATTI

Preliminare – Inadempimento – Sentenza sostitutiva del contratto non concluso (Trib. Pescara, sent. n. 12.1.17, R.G. n. 4206/08, est. Bortone)

Contratti di telefonia – Informazione adeguata – Inadempimento contrattuale – Buona fede – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 18.1.17, R.G. n. 3400/12, est. Bortone)

Polizza fideiussoria – Clausola a prima richiesta – Escussione – Funzione satisfattoria – Prestazione equivalente all’adempimento dell’obbligazione garantita – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 21.1.17, R.G. n. 2956/12, est. Bortone)

Servizi alberghieri e scolastici – Compenso del prestatore – Mancanza di prova scritta – Determinazione secondo equità – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 9.2.17, R.G. n. 3490/11, est. Bortone)

Responsabilità contrattuale – Impossibilità della prestazione (nella fattispecie: conseguente a sequestro penale) – Forza maggiore e caso fortuito – Factum principis – Diligenza che il debitore è tenuto ad osservare per porsi nelle condizioni di poter adempiere – Eccessiva onerosità sopravvenuta – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 26.3.17, R.G. n. 5032/11, est. Bortone)

Nullità del contratto per circonvenzione d’incapace – Annullamento per incapacità naturale – Differenza di presupposti – Conseguenze – Ripetizione d’indebito (Trib. Pescara, sent. n. 27.1.17, R.G. n. 3332/08, est. Bortone)

Vizi redibitori – Actio quanti minoris – Cose usate – Accertamento e riconoscibilità dei vizi (Trib. Pescara, sent. n. 12.1.17, R.G. n. 4155/10, est. Bortone)

Vizi redibitori – Vendita a catena – Responsabilità contrattuale ed extracontrattuale del venditore (Trib. Pescara, sent. n. 3.2.17, R.G. n. 5893/10, est. Bortone)

Contratti con la P.A. – Necessità della forma scritta ad substantiam – Imputazione alla sfera giuridica diretta e personale dell’amministratore o funzionario degli effetti dell’attività contrattuale dallo stesso condotta in violazione delle regole contabili in merito alla gestione degli enti locali (Trib. Pescara, sent. n. 22.3.17, R.G. n. 1620/08, est. Bortone)

Diritto del mediatore al compenso – Mancanza di incarico formale – Attività in diretta efficienza causale con l’affare concluso – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 4.1.17, R.G. n. 519/12, est. Bortone)

[NEW] Revocazione donazione per ingratitudine – Decorrenza termine decadenza ex art 802 c.c. – Acquisizione piena e sicura consapevolezza del compimento di uno degli atti che legittimano l'esercizio del relativo diritto – Identificazione e elezione domicilio ex artt. 161 e 349 c.p.p. su querela del donatario – Insufficienza (Trib. Pescara, R.G. n. 2178/14, est. Ria)

Simulazione

[NEW] Azione di simulazione relativa soggettiva – Interposizione fittizia – Litisconsorzio necessario tra interposto interponente e terzo – Sussiste – Integrazione necessaria del contraddittorio in ipotesi di manifesta infondatezza della domanda – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 15.3.18, R.G. n. 2399/14, est. Ria)

Simulazione – Giudicato penale di assoluzione ex art. 530 cpv. c.p.p. – Efficacia nel giudizio civile (Trib. Pescara, sent. n. 11.1.17, R.G. n. 2049/06, est. Bortone)

Occupazione senza titolo – Declaratoria occupazione illegittima e risarcimento del danno – Riconvenzionale simulazione assoluta compravendita e risoluzione – Inammissibilità riconvenzionale – Rigetto della domanda di risarcimento dei danni (Trib. Pescara, sent. n. 556/17, R.G. n. 5743/14, est. Ursoleo)

Successioni – Azione di riduzione – Lesione della legittima attraverso le disposizioni testamentarie – Simulazione relativa – Criterio di valutazione dell’avviamento della farmacia – Accoglimento (Trib. Pescara, sent. n. 825/13, R.G. n. 1015/07, est. Ursoleo, Bozza, Di Fulvio)

Appalto

[NEW] Appalto – Mancata ultimazione dell’opera: esperibilità delle ordinarie azioni di risoluzione e risarcitorie – Ultimazione dell’opera: esperibilità delle specifiche azioni ex artt.1667 e 1668 c.c. – Art.1667 secondo comma c.c.: esperibilità delle suddette azioni in ogni tempo quando si è convenuti per il pagamento, in presenza di tempestività della denuncia – Opponibilità comunque in ogni tempo della mera eccezione di inadempimento ex art.1460 c.c., anche in ipotesi di decadenza dalla proposizione delle azioni ex artt.1667 e 1668 c.c. e di intempestività della denuncia (Trib. Pescara, sent. 22.3.18, R.G. n. 5980/16, est. Ria)

[NEW] Contratto di appalto misto a vendita a catena – Responsabilità per i prodotti difettosi – Tutela del committente – Azione contrattuale nei confronti del venditore immediato e azione extracontrattuale nei confronti del produttore – Ammissibilità – Azione nei confronti del fornitore intermedio – Esclusione – Azione di rivalsa del venditore diretto nei confronti del fornitore intermedio – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. 5.4.18, R.G. n. 2629/16, est. Ria)

[NEW] Appalto – Azione ex art.1669 c.c. – Natura extracontrattuale – Maturazione decadenza o prescrizione annuali – Esperibilità dell’azione ex art. 2043 c.c. nel termine quinquennale di prescrizione – Sussiste (Trib. Pescara, R.G. n. 470/11, est. Ria)

Appalto – Rovina di edificio – Insufficiente impermeabilizzazione della copertura di edificio – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 15.1.17, R.G. n. 4332/11, est. Bortone)

Assicurazione

[NEW] Contratto di assicurazione per la responsabilità civile – Previsione di clausola c.d. claims made mista – Vessatorietà della clausola – Esclusione – Nullità automatica della clausola per immeritevolezza, ex art. 1322 c.c. – Esclusione – Verifica in concreto della meritevolezza della clausola – Necessità – Criteri (Trib. Pescara. sent. 12.3.18, R.G. n. 1810/15, est. Falco)

Bancario

[NEW] Contratti bancari – Azione di ripetizione – Dies a quo termine di prescrizione dell’azione di ripetizione anteriore alla chiusura del rapporto – Insussistenza – Decorrenza termine di prescrizione dell’azione di ripetizione anteriore alla chiusura del rapporto in caso di indebito pagamento eseguito sul conto in stato passivo, ove la passività abbia superato il limite dell’affidamento concesso al cliente – Sussistenza – Onere specifico del cliente di allegare e comprovare la sussistenza di un affidamento e della eventuale soglia dello stesso – Presupposti – Onere della banca di indicare le rimesse solutorie eseguite dal correntista nel corso del rapporto, in ragione delle quali deve ritenersi che il termine prescrizionale sia decorso prima della chiusura del conto – Ammissibilità (Trib. Pescara, Sent. 29.5.18, R.G. n. 6022/12, est. Ria) new

[NEW] Rapporti di conto corrente – Obbligo della banca di segnalare al cliente operazioni anomale (nella specie tentativo di negoziazione e incasso assegno ictu oculi contraffatto) – Obbligazione accessoria del mandatario di dare comunicazioni o informazioni al mandante in ordine a dati eventi ex artt. 1710, co. 2, 1712, co. 1, 1718, co. 3, 1732, co. 3 – Sussiste (Trib. Pescara, R.G. n. 431/15, est. Ria)

[NEW] Contratti bancari – Contratto di mutuo – Interessi di mora usurari – Configurabilità – Parametro di riferimento: tasso maggiorato come da indicazioni Banchitalia da ultimo con D.M. 21.12.2017 – Calcolo Teg: come da formule Banchitalia – Ammortamento cd alla francese – Legittimità (Trib. Pescara, sent. 16.4.18, R.G. n. 6242/15, est. Ria)

[NEW] Contratti bancari – Prova rapporto conto corrente – Estratti conto – Distinzione tra ipotesi in cui agisca il correntista o l'istituto bancario – Mancato assolvimento da parte della banca attrice sostanziale: azzeramento saldo – Mancato assolvimento da parte del correntista: esclusione del saldo zero e utilizzazione del primo saldo disponibile – Onere di acquisizione degli estratti completi anche in capo al correntista attore – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 16.4.18, R.G. n. 6495/13, est. Ria)

[NEW] Diritto bancario – Azione di accertamento negativo cumulativa od alternativa all’azione ex art. 2033 c.c. proposta nei confronti della banca – Sussiste – Finalità dell’azione volta ad ottenere a) la dichiarazione di nullità delle clausole contrattuali (che prevedano, a titolo di es., diversa periodicità di chiusura al fine di liquidare le competenze, l'applicazione di interessi eccedenti il tasso soglia ecc.); b) l’accertamento della nullità degli addebiti (a titolo di interessi, commissioni e spese) eseguiti dalla banca in base a clausola nulla o comunque in difetto di una conforme previsione contrattuale; c) il conseguente storno dell'annotazione indebita, con ricalcolo del rapporto di dare/avere – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 10.5.18, R.G. n. 4240/14, est. Ria)

[NEW] Diritto bancario – Ripetizione di indebito nei confronti della banca – Conto corrente attivo alla data di proposizione della domanda – Condizione di ammissibilità e non di procedibilità della domanda – Inammissibilità (Trib. Pescara, sent. 10.5.18, R.G. n. 4240/14, est. Ria)

Contratti bancari – Azione di ripetizione – Dies a quo termine di prescrizione dell’azione di ripetizione anteriore alla chiusura del rapporto – Insussistenza – Decorrenza termine di prescrizione dell’azione di ripetizione anteriore alla chiusura del rapporto in caso di indebito pagamento eseguito sul conto in stato passivo, ove la passività abbia superato il limite dell’affidamento concesso al cliente – Sussistenza – Onere specifico del cliente di allegare e comprovare la sussistenza di un affidamento e della eventuale soglia dello stesso – Presupposti – Onere della banca di indicare le rimesse solutorie eseguite dal correntista nel corso del rapporto, in ragione delle quali deve ritenersi che il termine prescrizionale sia decorso prima della chiusura del conto – Ammissibilità (Trib. Pescara, Sent. 29.5.18, R.G. n. 6022/12, est. Ria) new

Decreto ingiuntivo – Operazioni bancarie in conto corrente – Estratto conto certificato conforme alle scritture contabili ex art. 50 TUB – Contenuto – Necessaria indicazione di movimenti e operazioni dell’intero periodo contrattuale – Esclusione – Indicazione di movimenti e operazioni dell’ultimo trimestre – Sufficienza (Trib. Pescara, sent. n. 199/17, R.G. n. 2830/12, est. Di Fulvio)

Decreto ingiuntivo – Operazioni bancarie in conto corrente – Estratto conto certificato conforme alle scritture contabili ex art. 50 TUB – Contenuto – Necessaria indicazione di movimenti e operazioni dell’intero periodo contrattuale – Esclusione – Indicazione di movimenti e operazioni dell’ultimo trimestre – Sufficienza (Trib. Pescara, sent. n. 237/17, R.G. n. 3209/13, est. Di Fulvio)

Opposizione a decreto ingiuntivo – Operazioni bancarie in conto corrente – Genericità delle contestazioni relative ad illegittimo esercizio dello ius variandi e ad applicazione di interessi usurari – Ammissibilità della consulenza tecnica d’ufficio contabile – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 237/17, R.G. n. 3209/13, est. Di Fulvio)

Opposizione a decreto ingiuntivo – Fideiussione per obbligazione futura – Genericità delle allegazioni a supporto della pretesa di liberazione del fideiussore ex art.1956 c.c. – Ammissibilità del motivo di opposizione – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 237/17, R.G. n. 3209/13, est. Di Fulvio)

Contratto di mutuo – Verifica del superamento del tasso soglia di usura – Rilevanza delle pattuizioni sugli interessi di mora e sulla penale per estinzione anticipata ai fini del calcolo del TAEG – Esclusione (Trib. Pescara, ord. 26.1.17, R.G. n. 2709/16, est. Di Fulvio)

Contratto di mutuo – Verifica del superamento del tasso soglia di usura – Addizione degli interessi moratori alle altre voci di costo del finanziamento – Esclusione – Confronto del tasso di interesse moratorio con il TEGM aumentato della metà – Esclusione – Ammissibilità del confronto del tasso di interesse moratorio con il TEGM addizionato del 2,1% e aumentato della metà – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 473/17, R.G. n. 6026/13, est. Di Fulvio)

Contratto di mutuo – Verifica del superamento del tasso soglia di usura – Addizione degli interessi moratori alle altre voci di costo del finanziamento – Esclusione – confronto del tasso di interesse moratorio con il TEGM aumentato della metà – Esclusione – Ammissibilità del confronto del tasso di interesse moratorio con il TEGM addizionato del 2,1% e aumentato della metà – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 478/17, R.G. n. 3964/14, est. Di Fulvio; conf. Trib. Pescara, sent. n. 437/17, R.G. n. 6026/13, est. Di Fulvio)

Contratto di mutuo – Ammortamento alla francese – Violazione dell’art.1283 c.c. – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 478/17, R.G. n. 3964/14, est. Di Fulvio)

Opposizione a decreto ingiuntivo – Operazioni bancarie in conto corrente – Omessa produzione nella fase dell’opposizione degli estratti conto – Prova del credito della banca – Non sussiste – Applicabilità del medesimo principio al rapporto di mutuo chirografario – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 497/17, R.G. n. 1963/13, est. Di Fulvio)

Conto corrente affidato – Ripetizione d’indebito – Prescrizione – Onere probatorio (Trib. Pescara, sent. n. 22.1.17, R.G. n. 3091/10, est. Bortone)

Rapporti di conto corrente – Obbligo della banca di segnalare al cliente operazioni anomale (nella specie tentativo di negoziazione e incasso assegno ictu oculi contraffatto) – Obbligazione accessoria del mandatario di dare comunicazioni o informazioni al mandante in ordine a dati eventi ex artt. 1710 2, 1712 1, 1718 3, 1732 3 – Sussiste (Trib. Pescara, R.G. n. 431/15, est. Ria)

Contratti bancari – Prova rapporto conto corrente – Estratti conto – Distinzione tra ipotesi in cui agisca il correntista o l'istituto bancario – Mancato assolvimento da parte della banca attrice sostanziale: azzeramento saldo – Mancato assolvimento da parte del correntista: esclusione del saldo zero e utilizzazione del primo saldo disponibile – Onere di acquisizione degli estratti completi anche in capo al correntista attore – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 16.4.18, R.G. n. 6495/13, est. Ria)

Diritto bancario – Azione di accertamento negativo cumulativa od alternativa all’azione ex art. 2033 c.c. proposta nei confronti della banca – Sussiste – Finalità dell’azione volta ad ottenere a) la dichiarazione di nullità delle clausole contrattuali (che prevedano, a titolo di es., diversa periodicità di chiusura al fine di liquidare le competenze, l’applicazione di interessi eccedenti il tasso soglia ecc.); b) l’accertamento della nullità degli addebiti (a titolo di interessi, commissioni e spese) eseguiti dalla banca in base a clausola nulla o comunque in difetto di una conforme previsione contrattuale; c) il conseguente storno dell'annotazione indebita, con ricalcolo del rapporto di dare/avere – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 10.5.18, R.G. n. 4240/14, est. Ria)

Contratti bancari – Contratto di mutuo – Interessi di mora usurari – Configurabilità – Parametro di riferimento: tasso maggiorato come da indicazioni Banchitalia da ultimo con D.M. 21.12.2017 – Calcolo Teg: come da formule Banchitalia – Ammortamento cd alla francese – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 16.4.18, R.G. n. 6242/15, est. Ria)

Diritto bancario – Ripetizione di indebito nei confronti della banca – Conto corrente attivo alla data di proposizione della domanda – Condizione di ammissibilità e non di procedibilità della domanda – Inammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 10.5.18, R.G. n. 4240/14, est. Ria)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

RESPONSABILITÀ CIVILE

Risarcimento del danno

Danno biologico macropermanente – Incidenza su persona già invalida per altra causa – Rilevanza ai fini di una personalizzazione verso l’alto del danno – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 309/17, R.G. n. 2503/14, est. Falco)

Danno biologico macropermanente – Depressione – Incidenza sulla capacità lavorativa generica dell’infortunato, professionista intellettuale – Rilevanza ai fini di una personalizzazione verso l’alto del danno – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 309/17, R.G. n. 2503/14, est. Falco)

Responsabilità civile – Lesione della capacità lavorativa specifica dell’infortunato – Quantificazione del risarcimento – Criteri (Trib. Pescara, sent. 309/17, R.G. n. 2503/14, est. Falco)

Responsabilità sanitaria – Imperito intervento chirurgico al polso – Danno differenziale – Incidenza della lesione permanente sulla capacità lavorativa generica dell’infortunato, di professione avvocato – Personalizzazione verso l’alto del danno – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 325/17, R.G. n. 5983/13, est. Falco)

Danno macropermanente alla salute da sinistro stradale – Prognosi di aggravamento futuro certo o probabile del danno – Personalizzazione verso l’alto della liquidazione del danno tabellare – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 1044/17, R.G. n. 6067/11, est. Falco)

Segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia – Illegittimità – Condizioni – Danno patrimoniale – Onere probatorio – Danno non patrimoniale – Liquidazione equitativa (Trib. Pescara, sent. n. 16.5.17, R.G. n. 1038/13, est. Bortone)

Obbligazione assunta dal difensore nei confronti del cliente – Obbligazione di mezzi o di comportamento e non di risultato – Violazione del dovere della diligenza media ex art. 1176 c.c. – Responsabilità ex art. 2236 c.c. solo nel caso di prestazione implicante la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà – Attività di studio ed impegno profuso dal professionista nel preparare la causa – Impostazione difensiva contraddetta dal giudicato – Responsabilità professionale – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 5.9.17, R.G. n. 408/12, est. Bortone)

Responsabilità da attività pericolosa – Attività venatoria – Morte – Concorso colposo del danneggiato – Danno tanatologico iure hereditario – Danno patrimoniale e non patrimoniale iure proprio dei prossimi congiunti – Liquidazione equitativa – Assicurazione – Massimale “catastrofale” e riduzione proporzionale dei crediti risarcitori (Trib. Pescara, sent. n. 14.1.18, R.G. n. 4574/13, est. Bortone)

Incidente stradale mortale – Danno da perdita della vita risarcibile iure successionis – Necessità che tra il fatto illecito e la morte della vittima sia trascorso un apprezzabile lasso di tempo – Liquidazione equitativa con riferimento non alla durata probabile della vita del defunto, ma alla sua durata effettiva – Danno commisurato soltanto all’inabilità temporanea, con adeguamento alle circostanze del caso concreto – Danno da perdita parentale – Liquidabile anche in favore dei nipoti – Fattispecie di vittima novantottenne – Risarcimento inferiore al valore minimo della forbice dei valori medi di liquidazione proposta dalle Tabelle del Tribunale di Milano (Trib. Pescara, sent. n. 22.11.17, R.G. n. 1914/14, est. Bortone)

Responsabilità ex art. 2051 c.c.

Sinistro stradale su strada provinciale – Fuoruscita di strada a causa di mancanza di guardrail – Obiettiva pericolosità del tratto stradale teatro del sinistro – Obbligo dell’Ente di installare guardrail – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 9.2.17, R.G. n. 5950/16, est. Falco)

Danno a veicolo da fauna selvatica – Azione di risarcimento del danno – Legittimazione passiva di merito della Regione Abruzzo – Sussiste –Ragioni – Difetto di prova di delega concreta del controllo della fauna agli Enti locali (Trib. Pescara, sent. n. 533/17, R.G. n. 1220/14, est. Falco)

Danni a immobile privato da tracimazione di liquami e acqua piovana per difetto di manutenzione della rete fognaria comunale – Legittimazione passiva di merito di Comune – Non Sussiste – Legittimazione passiva di merito di ACA Spa – Sussiste – Ragioni (Trib. Pescara, sent. n. 1051/17, R.G. n. 6424/12, est. Falco)

Risarcimento danni da rovina di cose di proprietà ed in custodia – Rapporto di specialità tra la norma di cui all’art. 2053 c.c. e quella di cui all’art. 2051 c.c. – Responsabilità oggettiva del custode – Onere della prova del caso fortuito – Danno da compromissione del rapporto parentale in caso di grave menomazione della vittima primaria – Liquidazione equitativa (Trib. Pescara, sent. n. 29.12.17, R.G. n. 4986/12, est. Bortone)

Sinistri stradali

Incidente stradale ad incrocio – Violazione improvvisa dell’altrui diritto di precedenza – Difetto di allegazione e di prova di colpa concorrente del veicolo investito – Responsabilità esclusiva dell’investitore – Sussiste (Tr ib. Pescara, sent. n. 395/17, R.G. n. 1941/13, est. Falco)

Diffamazione

Pubblicazione su quotidiano di notizia falsa di intervenuto arresto di soggetto, soltanto rinviato a giudizio – Diffamazione – Sussiste – Quantificazione del danno non patrimoniale – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 415/17, R.G. n. 5154/13, est. Falco)

[NEW] Diffamazione su social network di Quotidiano on line – Epiteto volgare e sessista ai danni di professionista investita di incarico dirigenziale incaricata dalla Pubblica Amministrazione – Quantificazione del danno non patrimoniale – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 11.4.18, R.G. n. 4028/17, est. Falco)

[NEW] Diffamazione a mezzo stampa – Esercizio del diritto di cronaca giudiziaria – Legittimità – Condizioni – Pubblicazione reiterata di notizie sulle indagini in corso a carico di coniuge di personaggio politico – Pertinenza e continenza della informazioni – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 6.3.18, R.G. n. 434/15, est. Falco)

Responsabilità sanitaria

[NEW] Responsabilità sanitaria – Novità di diritto sostanziale introdotte dal cd. Decreto Balduzzi – Applicazione retroattiva a fatti commessi anteriormente alla sua entrata in vigore – Esclusione (Trib. Pescara, sent. 16.4.18, R.G. n. 3653/15, est. Falco)

[NEW] Responsabilità sanitaria – Difetto di consenso informato ad intervento chirurgico – Lesione del diritto del paziente alla autodeterminazione all’intervento – Sussiste – Danno del paziente da sofferenza e da contrazione della libertà di disporre di se stesso, psichicamente e fisicamente, per lo svolgimento sulla sua persona di interventi non assentiti – Presunzione, fino a prova contraria, della esistenza di tale danno – Sussiste – Possibilità per il paziente di allegazione e di prova di danni ulteriori – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 16.4.18, R.G. n. 3653/15, est. Falco)

[NEW] Responsabilità sanitaria per difetto di consenso informato ad intervento chirurgico e per esecuzione imperita di intervento chirurgico – Risarcibilità della lesione del danno alla salute e della lesione del diritto del paziente alla autodeterminazione all’intervento – Sussiste – Quantificazione della liquidazione del danno da lesione di consenso informato – Criteri – Liquidazione equitativa di una somma pari a quella liquidata per il risarcimento della micropermanente – Legittimità (Trib. Pescara, sent. 16.4.18, R.G. n. 3653/15, est. Falco)

[NEW] Responsabilità sanitaria per difetto di consenso informato ad intervento chirurgico necessario ed eseguito correttamente – Risarcibilità della lesione del diritto del paziente alla autodeterminazione all’intervento – Sussiste – Quantificazione della liquidazione del danno da lesione di consenso informato – Criteri (Trib. Pescara, sent. 8.5.18, R.G. n. 5999/2012, est. Falco)

[NEW] Responsabilità sanitaria – Addebito ai sanitari colpa per il decesso del paziente – Conseguenze sulla durata della prescrizione del diritto al risarcimento del danno ex art. 2947 III comma c.c. – Prescrizione del reato di omicidio colposo – Applicabilità (Trib. Pescara, sent. 10.5.18, R.G. n. 709/2015, est. Falco)

[NEW]  Responsabilità medica – Questioni interpretative del cosiddetto Decreto Balduzzi e della cosiddetta Legge Gelli – Efficacia retroattiva – Esclusione con riferimento anche ai principi costituzionali della ragionevolezza e della tutela del legittimo affidamento nella certezza delle situazioni giuridiche (Trib. Pescara, sent. 14.5.18, R.G. n. 772/10, est. Bortone)

 

Responsabilità sanitaria – Imperito intervento chirurgico al polso – Danno differenziale – Incidenza della lesione permanente sulla capacità lavorativa generica dell’infortunato, di professione avvocato – Personalizzazione verso l’alto del danno – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 325/17, R.G. n. 5983/13, est. Falco)

Responsabilità professionale medica – Consenso informato – Mancata acquisizione – Danno suscettibile di autonomo risarcimento – Liquidazione equitativa (Trib. Pescara, sent. n. 9.10.17, R.G. n. 2830/13, est. Bortone)

Responsabilità professionale medica – Anticipazione del decesso di persona già destinata a morire – Perdita di chance di sopravvivenza – Liquidazione equitativa del danno – Formulazione esplicita della domanda risarcitoria – Necessità (Trib. Pescara, sent. n. 9.10.17, R.G. n. 3738/13, est. Bortone)

Responsabilità professionale medica – Errata diagnosi prenatale – Reponsabilità per colpa grave solidale e paritaria del singolo sanitario e dell’AUSL – Danni risarcibili (Trib. Pescara, sent. n. 22.2.08, R.G. n. 6569/12, est. Bortone)

Responsabilità da attività pericolosa

[NEW] Responsabilità da attività pericolosa – Attività venatoria – Morte – Concorso colposo del danneggiato – Danno tanatologico iure hereditario – Danno patrimoniale e non patrimoniale iure proprio dei prossimi congiunti – Liquidazione equitativa – Assicurazione – Massimale “catastrofale” e riduzione proporzionale dei crediti risarcitori (Trib. Pescara, sent. 14.1.18, R.G. n. 4574/13, est. Bortone)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

LAVORO E PREVIDENZA

Previdenza – Opposizione a ruolo esattoriale – Contribuzione previdenziale – Rapporto di lavoro a progetto – Lavoro subordinato – Differenze – Qualificazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 411/15, R.G. lav. n. 414/14, est. De Cesare)

Rapporto di lavoro – Ente pubblico – Affidamento di incarico professionale – Parasubordinazione – Sussistenza – Modifica unilaterale condizioni – Illegittimità – Conseguenze – Recesso a seguito di riorganizzazione del servizio – Legittimità ex art. 21-quinquies, L. n. 241/90 (Trib. Pescara, sent. n. 416/15, R.G. lav. n. 550/14, est. De Cesare)

Previdenza – Opposizione ad avviso di addebito – Contribuzione previdenziale – Sgravio ex L. n. 448/01 – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 440/15, R.G. lav. n. 2574/13, est. De Cesare)

Opposizione a ruolo esattoriale e ad avviso o intimazione di pagamento – Requisiti di forma e motivazione e vizi di notificazione – Qualificazione della domanda (Trib. Pescara, sent. n. 481/15, R.G. lav. n. 3447/13, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Trasferimento del lavoratore – Legittimità – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 463/15, R.G. lav. n. 3614/13, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Mansioni – Ufficio tecnico – Mansioni dirigenziali o posizione organizzativa – Accertamento – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 464/15, R.G. lav. n. 2909/12, est. De Cesare)

Previdenza – Premi assicurativi – Intermediazione ed interposizione fittizia nei rapporti di lavoro – Accertamento – Criteri – Conseguenze – Differente quantificazione dei premi assicurativi (Trib. Pescara, sent. n. 478/15, R.G. lav. n. 51/11, est. De Cesare)

Previdenza – Contributi previdenziali – Socio di società immobiliare – Locazione di immobili – Obbligo contributivo – Sussistenza – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 479/15, R.G. lav. n. 1656/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Dirigente medico del SSN – Sanzioni disciplinari conservative – Violazione dei doveri di comportamento – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 500/15, R.G. lav. n. 3304/13, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Sanzioni disciplinari conservative – Rifiuto di svolgimento di mansioni – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 501/15, R.G. lav. n. 937/13, est. De Cesare)

Previdenza – Indebito pensionistico per motivi di reddito – Recupero – Legittimità – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 508/15, R.G. lav. n. 2649/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Dirigente di ente locale – Incarico – Revoca – Legittimità – Condizioni – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 517/15, R.G. lav. n. 1197/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento disciplinare – Violazione della procedura ex art. 7 Stat. Lav. – Conseguenze – Impresa con meno di 15 dipendenti – Tutela obbligatoria (Trib. Pescara, sent. n. 520/15, R.G. lav. n. 1922/13, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Appalto di servizi – Successione di imprese – Riassunzione dei dipendenti dell’appaltatore cessato – Condizioni – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 515/15, R.G. lav. n. 1201/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Cancelliere – Mansioni superiori – Accertamento – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 519/15, R.G. lav. n. 2338/10, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Infermiere del SSN – Rapporto a tempo determinato – Presupposti – Disciplina speciale – Deroga al D.Lgs. n. 368/2001 – Legittimità – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 550/15, R.G. lav. n. 3846/13, est. De Cesare)

Lavoro – Pubblica amministrazione – Collaborazione coordinata e continuativa – Lavoro subordinato – Differenze – Utilizzo ex art. 7 D.Lgs. n. 165/2001 – Legittimità – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 550/15, R.G. lav. n. 2516/12, est. De Cesare)

Previdenza ed assistenza – Indebito previdenziale – Ripetibilità – Presupposti (Trib. Pescara, sent. 17.6.15, R.G. lav. n. 736/14, est. De Cesare)

Previdenza ed assistenza – Indebito assistenziale – Ripetibilità – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 559/15, R.G. lav. n. 2327/14, est. De Cesare)

Lavoro e previdenza – Opposizione a verbale ispettivo – Inammissibilità – Opposizione ad ordinanza ingiunzione e a ruolo esattoriale – Tirocinio formativo ex art. 18 L. n. 196/97 – Subordinazione – Differenze – Accertamento – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 558/15, R.G. lav. n. 3370/10, est. De Cesare)

Previdenza – Opposizione a ruolo esattoriale – Cartella esattoriale o avviso di addebito – Requisiti formali (Trib. Pescara, sent. n. 562/15, R.G. lav. n. 765/13, est. De Cesare)

Lavoro – Dirigente medico del SSN – Azienda sanitaria locale – Assegnazione a diversa unità operativa – Legittimità – Condizioni (Trib. Pescara, sent. 19.6.15, R.G. lav. n. 2831/2014, est. De Cesare)

Lavoro – Personale docente – Equo indennizzo – Infortunio in itinere – Riconoscimento – condizioni (Trib. Pescara, sent. 19.6.15, R.G. lav. n. 69/2014, est. De Cesare)

Lavoro – Risarcimento danni da infortunio sul lavoro – Danno differenziale – Responsabilità del datore di lavoro – Accertamento – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 585/15, R.G. lav. n. 923/10, est. De Cesare)

Lavoro – Gruppo di imprese – Unicità del centro di imputazione dei rapporti di lavoro – Accertamento – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 581/15, R.G. lav. n. 939/13, est. De Cesare)

Previdenza ed assistenza – Indebito previdenziale – Limiti di reddito – Ripetibilità – Sussistenza – Recupero – Condizioni (Trib. Pescara, sent. n. 590/15, R.G. lav. n. 890/15, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Comparto enti pubblici non economici – Trattamento di fine rapporto – Base di calcolo – Voci retributive – Determinazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. 3.7.15, R.G. lav. n. 1585/2014, est. De Cesare)

Lavoro – Personale tecnico RFI – Mansioni superiori – Accertamento – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 630/15, R.G. lav. n. 3324/11, est. De Cesare)

Lavoro – Licenziamento disciplinare – Adeguatezza della sanzione – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, ord. 3.7.15, R.G. lav. n. 2662/13, est. De Cesare)

Lavoro – Mansioni superiori – Quadro – Accertamento – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 642/15, R.G. lav. n. 3082/10, est. De Cesare)

Lavoro – Appalto di servizi – Interposizione fittizia di manodopera – Accertamento – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 643/15, R.G. lav. n. 2043/11, est. De Cesare)

Lavoro – Mansioni discontinue – Autista – Lavoro straordinario – Accertamento – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 10.7.15, R.G. lav. n. 1463/2011, est. De Cesare)

Previdenza – Contribuzione previdenziale – Socio di società di persone – Locazione di immobili – Modalità di godimento delle proprietà aziendali – Attività organizzata di prestazione di servizi immobiliari – Differenze – Accertamento – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 15.7.15, R.G. lav. n. 1910/2014, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Personale docente – Laureati in Scienze della Formazione Primaria iscritti successivamente all’anno accademico 2007/2008 – Iscrizione nelle graduatorie ad esaurimento per il personale docente ed educativo – Diritto – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. 17.7.15, R.G. lav. n. 937/2014, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Regione Abruzzo – Personale in esonero dal servizio – Collocamento a riposo al raggiungimento dell’età pensionabile – Legittimità – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 674/15 R.G. lav. n. 2549/13, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Pubblica istruzione – Docente – Graduatorie permanenti ad esaurimento ex art. 1, comma 605, L. n. 296/06 – Docente abilitato TFA – Inserimento – Diritto – Insussistenza (Trib. Pescara, ord. ex art. 700 c.p.c. del 9.9.15, R.G. lav. n. 2408/2015, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Mansioni – Mutamento – Riorganizzazione degli uffici e dei servizi – Riduzione quantitativa delle mansioni – Demansionamento – Insussistenza – Presupposti – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 11.9.15, R.G. lav. n. 1980/11, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dirigenti di enti strumentali regionali – Retribuzione di posizione e di risultato – Quantificazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 696/2015, R.G. lav. n. 1824/12, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dirigenti regionali – Riorganizzazione degli uffici e dei servizi – Affidamento degli incarichi dirigenziali – Criteri (Trib. Pescara, sent. 18.9.15, R.G. lav. n. 1950/14, est. De Cesare)

Previdenza – Opposizione a verbale di accertamento ispettivo – Contribuzione previdenziale – Agenzia – Lavoro subordinato – Differenza – Personale addetto alle vendite – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 23.9.15, R.G. lav. n. 11/12, est. De Cesare)

Previdenza ed assistenza – Indebito assistenziale – Requisiti reddituali – Ripetibilità – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 559/15, R.G. lav. n. 2327/14, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dirigente medico del SSN – Affidamento di incarico di direzione dell’U.O. in sostituzione ex art. 18, comma II, CCNL di area 1998/2002 – Retribuzione – Determinazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. 25.9.15, R.G. lav. n. 3602/13, est. De Cesare)

Previdenza ed assistenza – Benefici previdenziali per esposizione all’amianto ex L. n. 257/92 – Domanda – Decadenza – Prescrizione – Decorrenza (Trib. Pescara, sent. n. 730/15, R.G. lav. n. 3293/14, est. De Cesare)

Previdenza – Contribuzione previdenziale – Socio di società a responsabilità limitata – Obbligo – Presupposti – Quantificazione della base contributiva – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 732/15, R.G. lav. n. 2310/14, est. De Cesare)

Lavoro nella P.A. – Organizzazioni sindacali – Diritti sindacali di informazione, consultazione e convocazione – Organizzazione sindacale non firmataria del CCNL di comparto – Condotta antisindacale – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. 30.9.15, R.G. lav. n. 1361/2015, est. De Cesare)

Previdenza e assistenza – Pensione ed indennità speciale per sordomuti – Straniero – Diritto – Sussistenza – Presupposti – Titolarità di permesso di soggiorno con validità superiore ad un anno (Trib. Pescara, sent. 30.9.15, R.G. lav. n. 2333/2014, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Mansioni – Esecutore amministrativo o istruttore amministrativo – Distinzione – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 2.10.15, R.G. lav. n. 3700/2013, est. De Cesare)

Lavoro – Trasferimento d’azienda – Nullità – Ripristino del rapporto presso il cedente – Trattamento retributivo – Determinazione – Criteri – Assegnazione a diverse mansioni – Equivalenza – Criteri (Trib. Pescara, sent. 2.10.15, R.G. lav. n. 2885/2013, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Polizia Municipale – Sanzioni disciplinari – Parcheggio scorretto di auto di servizio – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 758/15, R.G. lav. n. 2157/12, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dipendente regionale – Transito da ente strumentale presso la Regione – Indennità di posizione organizzativa – Determinazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. 2.10.15, R.G. lav. n. 67/2015, est. De Cesare)

Previdenza – Trattamento di cassa integrazione guadagni – Anzianità lavorativa – Determinazione – Criteri – Precedenti assunzioni a tempo determinato – Irrilevanza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 761/15, R.G. lav. n. 3047/14, est. De Cesare)

Previdenza – Azione di regresso per infortunio sul lavoro – Responsabilità del datore di lavoro – Violazione normativa prevenzionistica – Accertamento – Criteri – Nesso di causalità con l’infortunio – Esclusione – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 763/15, R.G. lav. n. 968/13, est. De Cesare)

Lavoro autonomo – Medici di medicina generale – Indennità mediche ex artt. 59, lett. b, commi 6 e 7 dell’ACN del 23.03.2005 e ex art. 5, comma 7 AIR – Quantificazione – Criteri (Trib. Pescara, sent. n. 769/15, R.G. lav. n. 2166/14, est. De Cesare)

Lavoro – Licenziamento per causa di matrimonio – Nullità – Sussistenza – Cessazione dell’impresa – Insussistenza – Trasferimento d’azienda – Sussistenza – Reintegrazione presso il cessionario – Fattispecie (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 9.10.15, R.G. lav. n. 1036/15, est. De Cesare)

Lavoro – Dipendente bancario – Trasferimento del lavoratore – Esigenze tecnico produttive od organizzative – Sussistenza – Fattispecie – Indennità di trasferimento – Spettanza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 772/15, R.G. lav. n. 520/13, est. De Cesare)

Lavoro – Subordinazione – Accertamento – Criteri – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 771/15, R.G. lav. n. 1091/10, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Personale docente – Graduatorie permanenti – Cancellazione – Reinserimento – Diritto – Sussistenza – Presupposti (Trib. Pescara, sent. 9.10.15, R.G. lav. n. 2275/2014, est. De Cesare)

Previdenza – Contribuzione previdenziale – Produttori assicurativi – Iscrizione alla gestione INPS commercianti – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 793/15, R.G. lav. n. 3042/14, est. De Cesare)

Lavoro – Attività lavorativa del socio – Subordinazione – Sussistenza – Presupposti – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 226/11, R.G. lav. n. 2060/10, est. De Cesare)

Previdenza – Pensione – Pro rata estero – Aumenti in cifra fissa ex art. 10, comma 3, L. n. 160/75 – Riconoscimento – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 812/15, R.G. lav. n. 3331/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Case di cura private – Addetta agli ambulatori medici – Mansioni superiori – Infermiere generico – Riconoscimento – Presupposti – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 845/15, R.G. lav. n. 151/12, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento – Reiterazione – Validità – Condizioni (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 23.10.15, R.G. lav. n. 482/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Autoferrotranvieri – Destituzione per condanna penale – Impossibilità sopravvenuta della prestazione – Insussistenza – Licenziamento disciplinare – Sussistenza – Contestazione dell’addebito – Necessità – Omissione – Conseguenze – Illegittimità del licenziamento (Trib. Pescara, sent. n. 839/15, R.G. lav. n. 2528/13, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Servizio sanitario nazionale – Dirigente medico – Incarico di direttore di unità operativa – Soppressione dell’unità operativa – Revoca dell’incarico e affidamento di nuovo incarico – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 857/15, R.G. lav. n. 2088/14, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dirigente regionale – Mobilità volontaria ad altra direzione regionale – Nuovo incarico dirigenziale – Affidamento – Scelta dell’incarico – Principi di correttezza e buona fede (Trib. Pescara, sent. 30.10.15, R.G. lav. n. 2970/2014, est. De Cesare)

Previdenza – Contribuzione previdenziale – Socio amministratore di s.n.c. – Iscrizione nella Gestione Commercianti INPS – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 864/15, R.G. lav. n. 498/15, est. De Cesare)

Previdenza – Contribuzione previdenziale – Socio amministratore di s.r.l. – Iscrizione nella Gestione Commercianti INPS – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 863/15, R.G. lav. n. 519/15, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Case di cura private – Infermiere capo sala – Negligenza e violazione di disposizioni – Licenziamento disciplinare – Giusta causa – Sussistenza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 868/15, R.G. lav. n. 2876/14, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenza della P.A. – Pubblica istruzione – Docente – Supplenze temporanee – Reiterazione di contratti a tempo determinato – Legittimità – Presupposti – Trasformazione in rapporto a tempo indeterminato – Diritto – Insussistenza – Risarcimento del danno – Diritto – Sussistenza – Presupposti – Scatti di anzianità – Riconoscimento – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 142/16, R.G. lav. n. 1258/15, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenza della P.A. – Pubblica istruzione – Docente – Graduatorie permanenti ad esaurimento ex art. 1, comma 605, L. n. 296/2006 – Cancellazione per mancato aggiornamento – Reinserimento per il successivo triennio ex art. 1-bis, L. n. 143/2004 – Diritto – Sussistenza (Trib. Pescara, ord. ex art. 700 c.p.c. del 6.11.15, R.G. lav. n. 1512/2015, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento disciplinare – Molestie a collega sul luogo di lavoro – Giusta causa – Sussistenza – Fattispecie (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 13/16.11.15, R.G. lav. n. 972/2015, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Organizzazioni sindacali – Dirigente sindacale in comando o distacco o aspettativa – Attività presso l’organizzazione sindacale – Subordinazione – Presupposti – Insussistenza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 894/15, R.G. lav. n. 3673/11, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Organizzazioni sindacali – Componente di segreteria regionale sindacale – Attività presso l’organizzazione sindacale – Subordinazione – Presupposti – Insussistenza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. n. 898/15, R.G. lav. n. 3095/11, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenza della P.A. – Servizio sanitario nazionale – Dirigente medico – Affidamento di incarico di direttore di unità operativa – Scelta del dirigente – Criteri (Trib. Pescara, sent. 919/15, R.G. lav. n. 626/14, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenza della P.A. – Progressione economica orizzontale – Diploma di infermiere conseguito presso istituto autorizzato ex L. n. 124/71 – Equiparazione ad un titolo di studio di scuola media superiore – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 920/15, R.G. lav. n. 2504/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento per giustificato motivo oggettivo – Edilizia – Fine lavori – Giustificato motivo oggettivo – Sussistenza – Presupposti – Fattispecie (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 25.11.15, R.G. lav. n. 1103/2015, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento disciplinare – Sottrazione di beni aziendali – Accertamento mediante videosorveglianza aziendale – Legittimità – Giusta causa – Sussistenza – Fattispecie (Trib. Pescara, sent. 25.11.15, R.G. lav. n. 1495/15, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Sanzioni disciplinari – Irrogazione – Procedimento – Competenza – Dirigente dell’ufficio o ufficio per il procedimento disciplinare – Sanzione irrogata da organo incompetente – Conseguenze nullità – Sussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 935/15, R.G. lav. n. 477/14, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento disciplinare – Svolgimento di altra attività lavorativa incompatibile durante la malattia – Giusta causa – Sussistenza – fattispecie (Trib. Pescara, ord. 14.12.15, R.G. lav. n. 381/15, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Posizione organizzativa – Affidamento – Proroga – Riorganizzazione amministrativa – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 951/15, R.G. lav. n. 788/13, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Pubblica istruzione – Dirigente amministrativo – Trattamento retributivo durante la malattia – Indennità di direzione – Parte fissa – Diritto – Sussistenza – Parte variabile – Diritto – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 950/15, R.G. lav. n. 3215/14, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Dirigente – Segretario Generale di Camera di Commercio (CCIAA) – Incarichi esterni – Compensi – Onnicomprensività della retribuzione – Retribuzione di posizione e di risultato – Determinazione – Criteri – Trattamento di fine servizio – Base di calcolo – Retribuzione di risultato – Esclusione – legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 953/15, R.G. lav. n. 3732/11, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Progressione economica orizzontale – Domanda – Irregolarità per violazione del bando – Esclusione dalla graduatoria – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 966/15, R.G. lav. n. 3124/13, est. De Cesare)

Lavoro alle dipendenze della P.A. – Servizio sanitario nazionale – Infermiere – Tempo impiegato per indossare e dismettere la divisa di lavoro – Attività lavorativa – Insussistenza – Differenze retributive – Diritto – Insussistenza (Trib. Pescara, sent. n. 976/15, R.G. lav. n. 219/15, est. De Cesare)

Lavoro subordinato – Licenziamento per giustificato motivo oggettivo – Motivi – Immutabilità – Violazione – Natura ontologicamente disciplinare – Contestazione – Omissione – Conseguenze – Nullità del licenziamento – Sussistenza (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 22.12.15, R.G. lav. n. 1476/15, est. De Cesare)

Lavoro subordinato licenziamento disciplinare – Insubordinazione – Gravità – Insussistenza – Giusta causa di licenziamento – Insussistenza (Trib. Pescara, ord. ex L. n. 92/12 del 23.12.15, R.G. lav. n. 1380/15, est. De Cesare)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

TUTELA DEI DIRITTI

Azione revocatoria ordinaria

Equitalia – Azione revocatoria ordinaria a tutela di una credito tributario verso il disponente – Determinazione del momento di insorgenza del credito tributario – Criteri – Momento di consumazione dell’illecito tributario – Rilevanza – Momento successivo dell’accertamento da parte dell’ufficio tributario – Irrilevanza – Influenza sulla scientia damni e sulla partecipatio – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 378/17, R.G. n. 1275/16, est. Falco)

Revocatoria ordinaria – Atto di vendita di una pluralità di beni a prezzo congruo da una società costruttrice immobiliare a terzi – Eventus damni – Valutazione ex ante – Necessità – Non sussiste – Scientia Damni della venditrice e della acquirente – Non sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 1046/17, R.G. n. 1904/15, est. Falco)

Atto di scissione societaria pregiudizievoli per i creditori della società scissa – Azione revocatoria ordinaria – Ammissibilità (Trib. Pescara, sent. n. 689/17, R.G. n. 2482/15, est. Falco)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

GIURISDIZIONE E COMPETENZA

Insegnamento di sostegno per studenti disabili – Inosservanza del piano educativo individualizzato relativo all’anno scolastico in corso – Giurisdizione del giudice ordinario – Sussiste – Violazione del diritto alla continuità didattica nella fase prodromica all’adozione del piano educativo individualizzato – Giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 2.2.17, R.G. n. 4614/16, est. Di Fulvio)

Responsabilità aggravata per lite temeraria – Art. 96 c.p.c. – Sanzione pecuniaria ex art. 96, comma III, c.p.c. – Criteri liquidatori – Ricorso a parametri di quantificazione dei compensi professionali forensi relativi all’attività processuale svolta dal vittorioso – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 306/16, R.G. n. 6644/14, est. Falco)

Art. 136,comma II, D.P.R.n. 115/02 – Revoca dell’ammissione al Patrocinio a spese dello Stato per dolo o colpa grave – Giudizio di risarcimento del danno da sinistro stradale – Prospettazione dell’attore ammesso al gratuito Patrocinio di una dinamica del sinistro rivelatasi falsa – Revoca del beneficio – Legittimità (Trib. Pescara, sent. n. 1040/17, R.G. n. 2964/14, est. Falco)

Opposizione tardiva a decreto ingiuntivo. Capacità processuale – Incapacità naturale – Cancellazione di società (Trib. Pescara, sent. n. 15.2.17, R.G. n. 1461/12, est. Bortone)

Domanda di restituzione somme riscosse sulla base di sentenza riformata in appello – Litispendenza del giudizio monitorio in caso di ricorso in Cassazione – Necessaria proposizione di domanda in appello – Termine ultimo in sede di comparsa conclusionale (Trib. Pescara, sent. n. 1096/16, R.G. n. 3240/15, est. Bozza)

Gravi ed eccezionali ragioni ex art. 92, comma 2, c.p.c. (nella formulazione introdotta dalla L. n. 69 del 2009) – Possibilità di richiamo a rapporti conflittuali tra le parti – Esclusione – Necessità di indicare ragioni che possano giustificare, con giudizio ex ante, l’azione giudiziale successivamente risultata infondata – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 1178/17, R.G. n. 5238/14, est. Di Fulvio)

Opposizione avverso decreto di liquidazione di compensi in favore di difensori di parte ammesse al gratuito patrocinio – Applicabilità del termine di 30 giorni di cui all’art.720-quater c.p.c. – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 28.7.17, R.G. n. 3523/16, est. Di Fulvio)

Opposizione ordinanza di ingiunzione – Eccezione di incompetenza territoriale – Rigetto – Prescrizione del credito – Declaratoria (Trib. Pescara, sent. n. 771/17, R.G. n. 3352/16, est. Ursoleo)

Opposizione tardiva a decreto d’ingiunzione – Inesistenza e nullità del decreto – Termine per la proposizione dell’opposizione (Trib. Pescara, sent. n. 24.2.17, R.G. n. 4097/15, est. Bortone)

Opposizione a decreto ingiuntivo a seguito di delibera assembleare – Possibilità di verificare in via incidentale la validità della delibera – Esclusione – Limitazione del sindacato alle questioni di esistenza ed efficacia della delibera (Trib. Pescara, sent. n. 118/16, R.G. n. 6660/14, est. Bozza; conf. Trib. Pescara, sent. n. 2168/15, R.G. n. 471/15, est. Bozza)

Rito ordinario di cognizione

[NEW] Azione di risarcimento del danno da sinistro stradale – Prospettazione di una dinamica del sinistro rivelatasi non veritiera – Responsabilità processuale aggravata – Sussiste – Parziale fondatezza della domanda risarcitoria – Irrilevanza – Criteri liquidatori della sanzione pecuniaria ex art. 96 c.p.c. – Parametrazione equitativa della sanzione all’importo dei compensi forensi liquidati alla controparte – Legittimità (Trib. Pescara, sent. del 30.5.18, R.G. n. 5508/2015, est. Falco) new

[NEW] Opposizione a decreto ingiuntivo – Ordinanza di rigetto di istanza proposta ai sensi dell’art. 649 c.p.c. – Natura cautelare in senso lato – Sussiste – Compatibilità della norma di cui all’art. 669-terdecies con quella di cui all’art. 649 c.p.c. – Esclusione – Ammissibilità del reclamo ex art. 669-terdecies – Esclusione (Trib. Pescara in composizione collegiale, decr. del 5.6.18, R.G. n. 2466/2018, est. Di Fulvio) new

[NEW] Rito di cognizione ordinario – Proposizione di domanda “riconvenzionale impropria” o “domanda trasversale” da parte di un convenuto nei confronti di altro convenuto – Necessità di chiedere lo spostamento della udienza ex art. 269 c.p.c. – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 5.3.18, R.G. n. 4557/11, est. Falco)

[NEW] Procedimento di verificazione scrittura privata – Valenza della consulenza tecnica come prova esclusiva o primaria dell'autografia – Esclusione – Ricorso ad altre prove ed anche alle presunzioni semplici – Necessità (Trib. Pescara, R.G. n. 580/16, est. Ria)

[NEW] Querela di falso – Legittimazione passiva del soggetto che intende avvalersi del documento e non dell’autore della falsificazione – Presupposti (Trib. Pescara, sent. n. 14.5.18, R.G. n. 5161/14, est. Ria)

[NEW] Querela di falso – Impugnazione incidentale ex art. 221 c.p.c. – Falsità del documento – Cognizione devoluta ai fini della decisione di merito al Giudice della causa principale e non a quello della querela – Competenza (Trib. Pescara, sent. n. 14.5.18, R.G. n. 5161/14, est. Ria)

[NEW] Cessione del credito in corso di causa – Successione a titolo particolare del cessionario nel diritto controverso – Valida prosecuzione del giudizio tra le parti originarie e conservazione della legittimazione da parte del cedente – Cedente assume la qualità di sostituto processuale del cessionario (art. 81 c.p.c.), anche in caso di intervento di quest’ultimo, fino alla formale estromissione del primo dal giudizio, attuabile solo con provvedimento giudiziale e previo consenso di tutte le parti – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 14.5.18, R.G. n. 5161/14, est. Ria)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

PROCEDIMENTI CAUTELARI E DI ISTRUZIONE PREVENTIVA

Domanda ex art. 700 c.p.c. di accesso a immobile privato per distacco di contatori – Decorso di oltre un anno tra ultima diffida stragiudiziale e deposito di ricorso – Periculum in mora – Non sussiste (Trib. Pescara, ord. 26.5.17, R.G. n. 1138/2017, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di accesso a immobile privato per distacco di contatori – Allegazione e prova di impossidenza del debitore moroso – Periculum in mora – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 19.7.17, R.G. n. 2687/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di accesso a immobile privato per distacco di contatori – Prova di proprietà o detenzione di immobile in capo al resistente contraente moroso – Necessità – Difetto di prova – Rigetto domanda (Trib. Pescara, ord. 26.5.17, R.G. n. 1142/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di inibitoria alla diffusione su social networks di pubblicazioni diffamatorie – Fondamento – Istanza ex art. 614-bis c.p.c. di condanna al pagamento di una somma di denaro per ogni violazione futura della inibitoria – Ammissibilità (Trib. Pescara, ord. 1.6.17, R.G. n. 374/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di rilascio immediato di immobile di proprietà abusivamente occupato da terzi – Ammissibilità della tutela cautelare innominata – Sussiste – Impossidenza del ricorrente e impossibilità di reperire altra dimora – Periculum in mora – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 13.6.17, R.G. n. 1697/17, est. Falco)

Ricorso ex art. 700 c.p.c. per la cancellazione di protesto di assegno bancario emesso in garanzia e senza data – Illegittimità della presentazione per l’incasso da parte del prenditore – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 31.7.17, R.G. n. 2923/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di cancellazione di segnalazione a sofferenza alla centrale rischi della Banca d’Italia – Nozione di sofferenza – Difetto di preavviso di segnalazione – Allegazione e prova del nesso causale tra l’omesso preavviso e il successivo impedimento alla segnalazione – Necessità – Difetto di tale allegazione e prova – Rigetto del ricorso per mancanza di prova tra condotta antigiuridica omissiva dell’istituto di credito e danno del segnalato (Trib. Pescara, ord. 20.6.17, R.G. n. 2478/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di cancellazione di segnalazione a sofferenza alla centrale rischi della Banca d’Italia – Stipulazione del contratto controverso in qualità di consumatore – Prevalenza del Foro del Consumatore sul Foro del titolare del trattamento dei dati – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 24.7.17, R.G. n. 2963/17, est. Falco)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di revoca del co-amministratore di società di persone per giusta causa – Sussistenza (Trib. Pescara, ord. 13.2.17, R.G. n. 6016/16, est. Bortone)

Domanda ex art. 700 c.p.c. di cancellazione di segnalazione a sofferenza alla centrale rischi della Banca d’Italia – Segnalazione effettuata senza preavviso e senza istruttoria sulla “insolvenza” del debitore – Illegittimità – Periculum in mora per discredito personale e commerciale – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 24.7.17, R.G. n. 2963/17, est. Falco)

Sequestro ex art. 671 c.p.c. e sequestro ex art. 156 c.p.c. – Rapporto di genere a specie – Sussiste – Domanda cumulativa di entrambi – Inammissibilità – Sequestro ex art. 156 c.p.c. – Esistenza di un credito già accertato, portato da un titolo esecutivo, ancorché in via provvisoria – Necessità (Trib. Pescara, ord. 29.6.17, R.G. n. 774/17, est. Falco)

Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite – Necessità di risolvere numerose e complesse questioni giuridiche controverse per la formulazione dei quesiti da porre al consulente tecnico d’ufficio – Ammissibilità della procedura – Esclusione (Trib. Pescara, ord. 17.2.17, R.G. n. 5559/16, est. Di Fulvio)

Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite – Presupposti di ammissibilità – Esistenza di una controversia stragiudiziale di natura tecnica, sulla esistenza e/o sulla quantificazione del credito in contestazione – Ammissibilità della procedura – Esistenza di una controversia stragiudiziale su questioni giuridiche, che il Giudice deve previamente risolvere prima dell’accertamento peritale ovvero ai fini della individuazione del quesiti al CTU – Inammissibilità della procedura (Trib. Pescara, ord. 7.7.17, R.G. n. 1113/17: fattispecie in cui la controversia ante causam involgeva l’an della responsabilità del Comune resistente, ex art. 2051 c.c., per motivi giuridici, per una caduta del ricorrente dalla bicicletta su una strada comunale)

Art. 700 c.p.c. – Revoca del coamministratore di società di persone per giusta causa – Sussistenza (Trib. Pescara, ord. 13.2.17, R.G. n. 6016/16, est. Bortone)

Natura giuridica dalla cui soluzione dipende la determinazione contestato – Ammissibilità della procedura – Necessità di risolvere questioni giuridiche numerose e complesse questioni giuridiche controverse per la formulazione dei quesiti da porre al consulente tecnico d’ufficio – Ammissibilità della procedura – Esclusione (Trib. Pescara, ord. 17.2.17, R.G. n. 5559/16, est. Di Fulvio)

Occupazione senza titolo – Declaratoria occupazione illegittima e risarcimento del danno – Riconvenzionale simulazione assoluta compravendita e risoluzione – Inammissibilità riconvenzionale – Rigetto della domanda di risarcimento dei danni (Trib. Pescara, sent. n. 556/17, R.G. n. 5743/14, est. Ursoleo)

Accertamento tecnico preventivo in funzione conciliativa – Rivolto non solo alla determinazione, ma anche all’accertamento dei crediti, anche di fonte extracontrattuale – Fattispecie in tema di canna fumaria munita di cappa di aspirazione fumi a servizio di ristorante in edificio condominiale – Verifica dell’iter amministrativo e realizzativo e dell’entità delle immissioni su appartamento di singoli condomini. Ammissibilità – Sussiste (Trib. Pescara, ord. 23.11.17, R.G. n. 2513/17, est. Bortone)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

OPPOSIZIONE INGIUNZIONE L. 689/1981

Obbligo di contestazione ex art. 14,L. n. 689/1981 – Richiamo ad una norma «in bianco» – Insufficienza –Indicazione delle norme concretamente violate – Necessità (Trib. Pescara, sent. n. 956/16, R.G. n. 4207/15, est. Bozza)

Procedura ex L. n. 689/1981 – Applicabilità dei termini di cui alla L. n. 241/1990 – Esclusione (Trib. Pescara, sent. n. 1349/14, R.G. n. 2961/13, est. Bozza; conf. Trib. Pescara, sent. n. 1298/14, R.G. n. 1359/13, est. Bozza)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

OPPOSIZIONE INGIUNZIONE R.D. 639/1910

Pagamento canone COSAP – Bene oggetto di servitù – Proprietà demaniale – Non necessità – Uso pubblico – Sufficienza (Trib. Pescara, sent. n. 681/16, R.G. n. 922/15, est. Bozza)

Pagamento canone COSAP – Pagamento canone di concessione del demanio marittimo – Cumulabilità – Ammissibilità ex art. 63, D.Lgs. n. 446/1997 (Trib. Pescara, sent. n. 681/16, R.G. n. 922/15, est. Bozza)

Potere ingiuntivo delle società in houseproviding – Possesso dei requisiti del controllo analogo – Necessità (Trib. Pescara, sent. n. 1281/15, R.G. n. 1589/14, est. Bozza; conf. Trib. Pescara, sent. n. 1427/15, R.G. n. 217/13, est. Bozza; conf. Trib. Pescara, sent. n. 459/15, R.G. n. 2876/12, est. Bozza)

Prescrizione ordinanza ingiunzione – Termine decennale – Esclusione (Trib. Pescara, R.G. n. 3637/15, est. Bozza)

Opposizione a sanzioni amministrative

Vendita di prodotti alimentari con data di scadenza superata (art. 10-bis, D.Lgs. n. 109/1992) – Violazione di norma relativa all’igiene e alla sanità degli alimenti – Competenza sanzionatoria del Comune – Sussiste – Competenza giurisdizionale del Tribunale – Sussiste (Trib. Pescara, sent. 11.1.2018, R.G. n. 154/16, est. Di Fulvio)

Liquidazione e opposizione onorari

Ricorso artt. 28, L. 794/42, 14 D.Lgs. 150/11 e 702-bis c.p.c. – Ricorso speciale onorari avvocato – Contestazione sull’an del resistente – Conversione del rito – Esclusione – Inammissibilità (Trib. Di Pescara, R.G. n. 5455/14, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Ricorso ex artt. 28, L. n. 794/1942, 14, D.Lgs.n. 150/11 e 702-bis c.p.c. – Competenza territoriale – Prevalenza del foro del consumatore ex art. 63,D.Lgs. n. 296/2005 (Trib. Pescara, R.G. n. 1103/15, est. Bozza, Ursoleo, Colantonio)

Ricorso in opposizione a decreto di liquidazione ex art. 170, D.P.R. n. 115/02 e art. 15, D.Lgs.n. 150/11 – Applicazione termine decadenziale di giorni 30 – Ammissibilità a seguito della sent. n. 106/16 della Corte Costituzionale – Decorrenza dalla comunicazione o notificazione del provvedimento ex art. 702-quater c.p.c. (Trib. Pescara, ord. 18.10.16, R.G. n. 1414/16, est. Bozza; contra Trib. Pescara, ord. 21.5.15, R.G. n. 903/15, est. Bozza; contra Trib. Pescara, ord. 16.3.15, R.G. 5993/14, est. Bozza)

Opposizione a decreto ingiuntivo onorari procuratore – Introduzione con ricorso ex art. 702-bis c.p.c. – Ammissibilità – Deposito del ricorso nel termine decadenziale ex art. 645 c.p.c. – Sufficienza (Trib. Pescara, ord. 20.10.14, R.G. n. 6932/13, est. Bozza, Di Fulvio, Ursoleo)

Liquidazione compenso avvocato ammesso al gratuito patrocinio – Dimidiazione dell’importo liquidato all’Erario in favore dell’avvocato ex art. 130 D.P.R. n. 155/02 – Legittimità (Trib. Pescara, ord. 10.12.15, R.G. n. 3886/15, est. Bozza; conf. Trib. Pescara, sent. n. 1428/14, R.G. n. 2593/09, est. Ursoleo)

Liquidazione spese reclamo – Correzione materiale – Inammissibilità (Trib. Pescara, ord. 13.12.14, R.G. n. 4654/14, est. Ursoleo, Bozza, Colantonio)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

ESECUZIONI IMMOBILIARI

[NEW] Esecuzioni immobiliari – Opposizione dell’aggiudicatario – Aliud pro alio – Bene abusivo – Rigetto (Trib. Pescara, sent. n. 14.4.18, R.G. Es. Imm. 330/10, est. Capezzera)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

RECLAMI IN MATERIA DI ESECUZIONI

Reclamo in materia esecutiva – Carenza di interesse per mancata introduzione del giudizio di merito – Inammissibilità – Ragioni (Trib. Pescara, ord. 8.3.17, R.V.G. n. 192/16, est. Capezzera)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

Fallimento – Dichiarazione – Società cancellata – Debito dell’ex liquidatore – Insolvenza – Sussiste (Trib. Pescara, sent. n. 16/17, R.G.PREF. n. 290/16, est. Capezzera)

Piano del consumatore – Omologa – Cessione del quinto della pensione – Obbligatorietà del piano ed effetti sul contratto di cessione – Ragioni (Trib. Pescara, decr. 8.3.17, R.V.G. n. 1991/16, est. Capezzera)

Fallimento – Dichiarazione – Consorzio tra Comuni – Natura di Ente pubblico – Decreto Madia – Irrilevanza (Trib. Pescara, decr. 20.3.17, R.G.PREF. n. 164/16, est. Capezzera)

Accordo di composizione della crisi da sovra indebitamento – Fissazione udienza ex art. 10 L. n. 3/2012 – Criteri (Trib. Pescara, decr. 2.8.17, R.V.G. n. 2218/16, est. Capezzera)

Concordato preventivo – Art. 182 L.F. – Competitività nella liquidazione – Sussiste – Ragioni – Pagamento advisor della procedura – Criteri – Differenza tra spese di giustizia e spese di procedura – Conseguenze in termini di redazione della proposta (Trib. Pescara, decr. 20.2.17, R.G. Fall. n. 8/16, est. Capezzera)

[NEW] Fallimento – Cooperative – Liquidazione coatta ammnistrativa – Sentenza di fallimento e principio di prevenzione – Conflitto – Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (Trib. Pescara, sent. n. 3.12.17, R.G. Fall. n. 28/17, est. Capezzera)

[NEW] Concordato preventivo – Reclamo ex art. 26 l.f. – Poteri autorizzatori del G.D. dopo l’omologa (Trib. Pescara, sent. n. 22.2.18, R.G.C.P. 24/12, est. Capezzera)

[NEW] Composizione della crisi da sovraindebitamento – Piano del consumatore. Meritevolezza e merito creditizio – Differenze – Rigetto (Trib. Pescara, sent. n. 12.3.18, R.G.V.G. 146/18, est. Capezzera)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

ABSTRACTS DELLE DISCUSSIONI GIURIDICHE DELLA SEZIONE EX ART. 47 ORD. GIUD.

Procedure monitorie

Sulla documentazione necessaria per l’emissione del decreto ingiuntivo in favore delle società finanziarie per mancato rimborso dei prestiti di denaro.
La sezione condivide il principio per cui, ai fini della concessione del d.i. riguardo ai contratti di finanziamento, è doveroso per il ricorrente fornire la prova dell'erogazione del credito, anche mediante produzione dell’estratto conto certificato ex art. 50 TUB (norma di favore per gli istituti di credito, applicabile anche alle società finanziarie) o quanto meno gli estratti autentici delle scritture contabili. Ciò anche in ragione del fatto che spesso dette finanziarie (ovvero le concessionarie di esse) producono soltanto la proposta scritta di finanziamento del cliente, non già il contratto.
Rispetto ai contratti di credito a consumo si ritiene accettabile a tali fini anche la quietanza di pagamento del terzo (abstract dei verbali delle riunioni del 25.10.2016 e del 28.3.17).

Sui limiti di ammissibilità dell’emissione di decreto ingiuntivo per il pagamento all’ex coniuge/ ex convivente di assegni di mantenimento e di rimborso di spese straordinarie
La Sezione approfondisce la questione attinente alla individuazione dello strumento processuale che il genitore collocatario della prole può utilizzare per ottenere il pagamento delle spese straordinarie.
Si rileva come, secondo un orientamento dottrinale e giurisprudenziale, si ha la facoltà di agire direttamente con l'atto di precetto, in quanto il titolo è già esistente, rinvenendosi nell'atto (sia esso consensuale o emesso dal giudice) che ha stabilito la ripartizione delle spese straordinarie tra entrambi i genitori. Altra tesi ritiene ammissibile il ricorso per decreto ingiuntivo, ma resterebbe l'ostacolo della prova scritta del credito. Un'ultima tesi opta per la necessità di istaurazione di giudizio ordinario.
L’assemblea opta per la prima tesi e, vista la esistenza di un titolo e la possibilità di agire direttamente in executivis, decide che debbano essere rigettati i ricorsi per il d.i. aventi ad oggetto i rimborsi delle spese straordinarie (abstract del verbale della riunione del 28.3.17).

Su alcune problematiche, in materia di notifica dei decreti ingiuntivi, ai fini della concessione, ex art. 647 c.p.c. della esecutorietà
La Sezione condivide il principio per cui - a fronte di una istanza di concessione dell'esecutività ex art. 647 c.p.c. del decreto ingiuntivo emesso, sia necessario - quando la notifica del d.i. si sia perfezionata ai sensi dell'art. 140 c.p.c. o con la compiuta giacenza ex art. 8 L. 890/1982, o comunque non a mani proprie - che il ricorrente alleghi già con la richiesta ex 647 c.p.c. il certificato storico di residenza aggiornato (abstract del verbale della riunione del 28.3.17).

Sulle conseguenze in tema di mancato esperimento della procedura di mediazione obbligatoria nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo.
L'assemblea aderisce all’orientamento espresso dalla Cassazione, Sez. 3, sent. n. 24629 del 3/12/2015, per cui la conseguenza del mancato esperimento di tale procedura si identifica nella improcedibilità del giudizio di opposizione e nella definitività del decreto ingiuntivo.

Gratuito patrocinio

Sulla problematica della dimidiazione dei compensi dell’avvocato in caso di gratuito patrocinio
La Sezione Civile rileva la necessità di conformarsi, in materia, ai principi espressi dalla giurisprudenza: in primo luogo, quella costituzionale (ord. C. Cost. 122/201 6), avendo il giudice delle leggi ribadito un principio già espresso, ossia che «deve essere escluso [...] che, ove sia pronunziata condanna alle spese di giudizio a carico della controparte del soggetto ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, vi sia una iniusta locupletatio dell'Erario, atteso che, anche recentemente, la giurisprudenza di legittimità ha puntualizzato che la somma che, ai sensi dell'art. 133 d.lgs. n. 115 del 2002, va rif usa in favore dello Stato deve coincidere con quella che lo Stato liquida al difensore del soggetto non abbiente” (Corte di cassazione, Sez. VI penale, 8 novembre 2011, n. 46537)» (ordinanza n. 270 del 2012)"; in secondo luogo, quella di legittimità, (cfr. Cass. Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 18167 del 16/09/ 2016, la quale ha espressamente confermato che "Qualora nell'ambito di un giudizio civile risulti vittoriosa la parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, il giudice è tenuto a quantificare in misura uguale le somme dovute dal soccombente allo Stato, ex art. 133 del d.P.R. n. 115 del 2002, e quelle dovute dallo Stato al difensore del non abbiente, ai sensi degli artt. 82 e 103 del medesimo decreto, al fine di evitare che l'eventuale divario possa costituire occasione di ingiusto profitto dello Stato a discapito del soccombente ovvero, al contrario, di danno erariale" (abstract del verbale della riunione del 28.3.17)

Sulla problematica delle conseguenze della intempestività della richiesta di liquidazione dei compensi forensi dell’avvocato della parte ammessa al gratuito patrocinio.
La legge n. 208/2015, con una norma contenuta nel comma 783 del suo unico articolo, ha aggiunto, all’articolo 83 del Dpr 115/2002 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia), un comma 3-bis, secondo il quale il decreto in questione deve essere «emesso dal giudice contestualmente alla pronuncia del provvedimento che chiude la fase cui si riferisce la relativa richiesta».
Alla luce di tale modifica legislativa, la questione controversa riguarda la sussistenza del potere del giudice di emettere il decreto di liquidazione anche dopo la decisione definitiva della causa. Parte della giurisprudenza sostiene che, per effetto della nuova disciplina, il decreto di pagamento (pronunciato con atto separato e distinto dalla sentenza: v. Cass. Civ. 7504 del 2011) deve intervenire contemporaneamente alla pronuncia del provvedimento definitivo del giudizio, a seguito di rituale istanza (artt. 82, 83 d.P.R. 115 del 2002) del difensore; secondo questa tesi, con il provvedimento che chiude il giudizio davanti a sé, il giudice si spoglierebbe della potestas decidendi e non potrebbe più provvedere alla liquidazione avendo perso il relativo potere; in casi analoghi, la giurisprudenza è nel senso che l’eventuale provvedimento giudiziale di liquidazione del compenso erariale sia illegale o comunque abnorme (v. Cass. Civ. n. 18204/2008; Cass. Civ. 11418/2003); comunque, il difensore il cui compenso non sia stato liquidato nel corso del processo non decadrebbe dal relativo diritto, potendo richiederlo con procedimento ordinario o con ingiunzione di pagamento (v., in casi analoghi, Cass. Civ. 7633/2006).
Si sostiene che dalla lettura coordinata degli artt. 82 e 83 TUSG, il legislatore avrebbe chiaramente optato per la necessaria contestualità tra il momento della decisione della controversia, quello dell’istanza di liquidazione e quello della liquidazione medesima; per cui, in assenza dell’istanza, il giudice non deve tenere conto degli effetti dell’ammissione, che potrebbe intendersi implicitamente rinunciata, e, dunque, se presentata successivamente alla decisione, sarebbe paralizzata dalla maturazione della decadenza. Si aggiunge che, “per affermare la natura decadenziale di un termine, previsto dalla legge o da un negozio, non è necessario che sia espressamente prevista la decadenza, essendo sufficiente che, in modo chiaro ed univoco, con riferimento allo scopo perseguito e alla funzione che il termine è destinato ad assolvere, risulti, anche implicitamente, che dalla mancata osservanza derivi la perdita del diritto”.
L’assise è di contrario avviso. Questa tesi, si osserva, ha la pecca di equiparare la omessa liquidazione del compenso del patrocinio a spese dello stato alla omessa liquidazione del compenso del c.t.u., ma le due vicende sono ontologicamente distinte. Difatti, mentre la liquidazione del compenso del c.t.u., seguendo il principio della soccombenza, costituisce a tutti gli effetti un capo di condanna che incide sui diritti patrimoniali della parte onerata del pagamento, non è così per la liquidazione del patrocinio a spese dello stato che non tange le parti e, quindi, anche se successivo al deposito del provvedimento definitivo non incide sulle spese del processo. (abstract del verbale della riunione del 25.10.2016).
Inoltre:
- la disciplina l’art. 133 TUSG stabilisca che “il provvedimento che pone a carico della parte soccombente non ammessa al patrocinio la rifusione delle spese processuali a favore della parte ammessa dispone che il pagamento sia eseguito a favore dello Stato” così prescrivendo al giudice di disporre per il solo effetto dell’ammissione, indipendentemente dall’istanza, la condanna al pagamento della parte soccombente del compenso difensore della parte ammessa al patrocinio, previamente dimidiato, a favore dello Stato, cosicché non ci sarebbe alcuna discrasia tra quanto liquidato in sentenza e quanto liquidato col decreto emesso in seguito all’istanza avanzata successivamente; - la tesi di un’ipotesi di decadenza ricavabile da un’interpretazione sistematica delle norme in tema di p.s.s. trova un argomento a contrario nella previsione espressa della decadenza prevista dall’art. 71 TUSG, ai sensi del quale la domanda di liquidazione e del diritto per testimoni, ausiliari del magistrato e aventi titolo alle trasferte ausiliari del magistrato e aventi titolo alle trasferte deve essere “presentata, a pena di decadenza: trascorsi cento giorni dalla data della testimonianza, o dal compimento delle operazioni per gli onorari e le spese per l'espletamento dell'incarico degli ausiliari del magistrato (…)”, per cui quando il legislatore del d.p.r. 115/2002 ha voluto prevedere una sanzione per la omessa tempestiva proposizione della domanda di liquidazione lo ha fatto espressamente.
La Sezione a maggioranza condivide tale 2° tesi e, dunque, che si possa emettere decreto di liquidazione anche per un’istanza presentata successivamente alla decisione (abstracts dei verbali delle riunioni del 25.10.16 e del 21/12/2017).

Diritto di famiglia

Sul rito applicabile alla domanda dell’ex coniuge della quota di indennità di fine rapporto ex art.12-bis, L.898/1970.
La Sezione rileva come non si rinvengano precedenti specifici di legittimità sul punto e che la Cassazione Sez. L, Sentenza n. 3384 del 06/03/2003 ha escluso esclusa la natura previdenziale della controversia.
La Sezione condivide che il rito applicabile sia quello è camerale, avendo la relativa domanda giudiziale quale presupposto la percezione di un assegno di divorzio (abstract della riunione del 23.5.2017)

Procedimenti cautelari

Sul periculum in mora nelle richieste del concessionario del servizio pubblico del gas di distacco urgente ex art. 700 c.p.c. dei contatori per morosità degli utenti.
Si ribadisce la necessità che la ricorrente che deduca – come periculum in mora – il rischio di un pregiudizio patrimoniale nel caso di continuazione della erogazione del servizio, nonostante la mora dell’utente, che alleghi e dimostri (ancorché sommariamente) il rischio di irrecuperabilità del credito pecuniario attuale e futuro ad esempio a causa della impossidenza del debitore ovvero della mancanza nel suo patrimonio di beni facilmente aggredibili (abstract del verbale della riunione del 23.5.2017).

Sul contenuto degli atti giudiziali di trasferimento immobiliare.
Il comma 1-bis dell'art. 29 della legge 27 febbraio 1985, n. 52 sulla meccanizzazione delle Conservatorie dei Registri immobiliari, introdotto dal comma 14 dell'art. 19 del D.l. 31 maggio 2010, n. 78 (con la rubrica "Aggiornamento del Catasto"), convertito con modificazione dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, contiene una disposizione che prescrive, relativamente agli atti pubblici e alle scritture private autenticate «tra vivi» aventi ad oggetto trasferimento, costituzione o scioglimento di comunione di diritti reali su «unità immobiliari urbane» che costituiscano «fabbricati già esistenti», che gli atti debbano contenere: i) l'identificazione catastale; ii) il riferimento alle planimetrie depositate in Catasto; iii) la dichiarazione resa dall' "intestatario" della conformità allo stato di fatto dei dati catastali e delle planimetrie - o in alternativa l'attestazione di conformità rilasciata da un tecnico abilitato alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale. In mancanza è prevista la sanzione della nullità (c.d. "conformità oggettiva").
La questione sottoposta all’assemblea dei Magistrati della Sezione è se, nel caso di conciliazioni giudiziali, nell’accordo mancano detti riferimenti, le parti possono “sanare” detta nullità comparendo davanti al collegio o debbano istaurare un nuovo giudizio emendando l’accordo.
L’assise concorda nel ritenere necessaria l’istaurazione di un nuovo giudizio e la redazione di un nuovo accordo (abstract del verbale della riunione del 25.10.2016).

Sul decreto di assegnazione dell’immobile del g.e. che ordina l’annotazione al Conservatore dell’estinzione del diritto.
L’art. 2655 c.c. (Annotazione di atti e di sentenze) prevede che le servitù, i diritti di usufrutto, di uso e di abitazione si estinguono con l'espropriazione. Il Conservatore dei Registri Immobiliari sostiene che tra le ipotesi di annotazione non vi è l’estinzione del diritto in seguito all’annotazione (Art. 2655 “Annotazione di atti e di sentenze” ). L’annotazione dell’estinzione del diritto d’abitazione è un’annotazione non prevista dall’art. 2812 cod. civ., è previsto invece l’annullamento del provvedimento con cui è concessa (ex art. 2655 cod. civ. ). Tale annullamento sarebbe di competenza del giudice civile che ha emanato il provvedimento originario.
Altre disposizioni normative di riferimento sono l’ art. 2668 cod. civ. (Cancellazione della
trascrizione), l’art. 586 cod. civ. (Trasferimento del bene espropriato), l’art. 2655 cod. civ.
(Annotazione di atti e di sentenze).
Il consesso, dopo ampia discussione, individua una possibile soluzione del problema con la declaratoria dell’estinzione del diritto nel dispositivo del decreto di trasferimento, cosicché è la nuova trascrizione del decreto ad avere l’effetto di estinguere i diritti parziari preesistenti (abstract del verbale della riunione del 6.7.17).

Powered by Begin